4° Passo – REALIZZA

Questa è la fase in cui realizzerai concretamente le scelte fatte finora. Evviva!

Il 3° passo è stato molto coinvolgente perché hai dovuto impiegare molto tempo a raccogliere informazioni ma soprattutto a creare il tuo meraviglioso progetto.

Ora è il momento in cui devi:

  1. rendere il tuo progetto facilmente comprensibile alle varie figure che interverranno nella sua realizzazione
  2. darti un cronoprogramma, cioè una programmazione dei tempi di esecuzione di ogni singola lavorazione, al fine di far combaciare le varie operazioni
  3. Chiudere il budget in modo preciso. Finora ti sei dato una forbice di spesa, ma è ora di chiedere i preventivi e mettere mano alla calcolatrice!

Il quarto e ultimo passo, ossia la Realizzazione, si compone di 2 SOTTOFASI:

  • Progetto Esecutivo
  • Realizzazione opere

Il progetto esecutivo è ciò che rende leggibile anche ad occhi estranei il risultato della tua creatività!

Nulla di troppo complicato! Stiamo trattando di New Look, quindi non dovrai eseguire troppe opere. Ma proseguiamo per passi…

Devi creare le tavole di lavoro, l’insieme dei documenti progettuali che servono a te e tutti coloro che faranno parte del tuo progetto, dai famigliari ai designer consulenti ma soprattutto agli artigiani.

È ora di mettere in bella copia tutti gli schizzi che hai fatto, in un disegno proporzionato.

Prendi la tua mooodboard e trasferisci tutte le decisioni prese!

Ora scrivi su un foglio, cartaceo o meglio digitale, tutti gli interventi che vuoi fare e cerca fin da ora di dare un ordine cronologico:

A questo punto ho 3 consigli di cui devi tenere conto:

  • Aumenta sempre del 15-20% i tempi che ti dicono le maestranze!
  • Aggiorna man mano il cronoprogramma, così le imprese sapranno a che punto sono e le responsabilizzerai!
  • Comunica alle maestranze chi verrà dopo di loro, che tempi e necessità ha (anche per iniziare).

Cosa  succederà?

La tua casa sarà messa a soqquadro e probabilmente ci sarà qualche intoppo.

Di solito i  rallentamenti avvengono quando:

  • Il progetto non ha tenuto conto di qualche aspetto
  • È entrata un’idea dell’ultimo momento che ha creato disordine negli incastri
  • Le tempistiche delle maestranze non coincidono con le tue
  • Le tempistiche delle maestranze non vengono da loro rispettate facendo saltare il cronoprogramma
  • Non avevi calcolato che sarebbero serviti molto del tuo tempo e la tua disponibilità
  • Qualche modifica in itinere ti viene fatta pagare a caro prezzo!

Se ci sono nuovi elementi da inserire nel progetto devi metterli al vaglio dei tuoi bisogni e confrontarli con il resto.

Sembra che arrivino delle illuminazioni ma il 99% delle volte sono solo distrazioni!

Fai attenzione a quel momento! Fai un bel respiro, pensa bene a quello che vuoi fare e poi, se sei proprio sicura, adotta la scelta fino in fondo.

Eccoci, finalmente hai finito i lavori: hai creato la tua reggia!

Beh, questo succederà quando userai il Metodo ACT nella realtà… Per ora mi accontento che tu stia leggendo tutto d’un fiato questa pagina. 

Il 4° e ultimo passo è impegnativo! 

Ora stai solo leggendo, ma nella realtà è successo che la tua casa è stata assalita dalle squadre di lavoro e forse in qualche momento hai pensato di non riuscire a vedere la luce in fondo al tunnel.

Ma alla fine dei lavori, seguendo i miei suggerimenti, arrivi finalmente al momento di rilassarsi e prendersi i meritati complimenti.

Ovviamente è stata dura, lo so, ma la soddisfazione è sicuramente grande.

Hai raggiunto i tuoi obiettivi ed è giusto essere soddisfatti.

La prossima volta andrà ancora meglio… La prossima volta?

Eh si, perché ovviamente la tua casa non è una fotografia statica, quindi nel corso del tempo nuove idee entreranno, nuovi oggetti, nuove necessità.

Per questo motivo il Metodo ACT prevede quest’ultimo passo, fuori dallo schema, che rende il processo creativo un cerchio.

Hai raggiunto il tuo fine, ma ora ne avrai altri.

Forse hai dovuto fare delle scelte di budget intervenendo sulle cose necessarie e sai già che ci saranno altre avventure che ti aspetteranno.

Ma di una cosa ora hai la sicurezza:

Il progetto è diventato un processo che ora ti è familiare, che sai usare!

Magari ti sarai resa conto che avresti potuto delegare qualcosa in più o che vorresti approfondire meglio alcuni aspetti, o infine potresti aver scoperto che hai del vero talento.

Avevi immaginato di poter arrivare alla fine in modo così elegante e consapevole?

Ma in tutti i processi di trasformazione ci sono delle fasi di lavoro e delle fasi di riposo.

Questa è la fase del riposo, in cui le tue idee, ora diventate realtà, chiedono il tempo necessario per sedimentarsi nella tua vita.

Ti darò solo alcuni consigli per conservare il tuo progetto coerentemente con le tue scelte e per pianificare interventi futuri.

Conduci il tuo destino

Migliora il tuo benessere interiore con il potere del Mantra Yoga