Struttura dello Yantra

La forma di base di uno Yantra è il quadrato, simbolo della stabilità e del creato, dell’elemento terra, del substrato che regge l’intero universo.

Come probabilmente già sai, il quadrato è anche l’elemento di spazio primordiale, ed è la forma che racchiude la rappresentazione dell’anima dello spazio vivente.

La struttura a croce (in sanscrito bhupur) che incornicia lo Yantra, raffigura quattro porte che portano appunto alla figura centrale che racchiude la parte più interna, formata dalla geometria sacra, dalla griglia numerica e dal bindu, il centro geometrico, l’elemento che simboleggia l’infinito, l’uno, l’unità.

Ecco perché, specialmente nell’antica tradizione tantrica, gli Yantra venivano utilizzati come supporto visivo per la meditazione, nel percorso che porta dall’esterno del bhupur (mondo manifestato) all’interno, quello della geometria sacra vera e propria (mondo non manifestato, interiore, l’inconscio).

Anche nella tradizione buddhista i meravigliosi mandala disegnati con le farine colorate erano una vera e propria meditazione per chi li eseguiva. Mandala (dal sanscrito disegno, raffigurazione) e Yantra, per i nostri scopi sono sinonimi.

Lo Yantra rappresenta il ciclo di creazione e distruzione dell’universo.

  1. Se letto dall’interno all’esterno rappresenta la manifestazione del cosmo, l’evoluzione della materia e la rispettiva involuzione dello spirito. Numericamente parlando si tratta del percorso che va dal numero 1 (il bindu centrale, a volte raffigurato anche come lo 0) al numero 9.
  2. Se letto dall’esterno verso l’interno è il percorso di evoluzione dello spirito e quindi della relativa involuzione della materia. Sempre numericamente parlando si tratta del percorso che dal 9 porta all’1, il percorso dell’introspezione, della conoscenza della parte più nascosta di noi stessi, dell’essenza.

Mi sembra giusto ricordare qui che la griglia del VastuPurusha Mandala dedicata alle abitazioni è formata proprio da 9×9 caselle e quindi il VastuPurusha mandala stesso è uno Yantra (ed infatti lo trovi tra i 12 Yantra allegati a questo corso).

Il numero 9 ha dunque un’importanza fondamentale nella geometria dello spazio ma anche nel significato numerico degli Yantra dei nove pianeti associati alle otto aree. 

Vedrai fra poco che il 9 insieme al 3 e al 6 rappresenta in realtà tutti i 9 pianeti del sistema cosmologico vedico. 

Prima di passare alla pratica, volevo però portarti l’attenzione sulla fisiologia del Vastu Purusha nell’asse nordest – sudovest.

  • Nel quadrante sudovest troviamo i piedi, il plesso urogenitale e parte delle articolazioni. Elemento terra e senso olfatto.
  • Nel quadrante nordest troviamo la testa e anche le spalle. Elemento acqua e senso gusto.
    • La testa è il computer centrale, che ci permette di ricevere e trasmettere segnali sia all’esterno che all’interno. Recepiamo con la parte posteriore della testa (proprio quella che ci mostra il Vastu Purusha) ed elaboriamo con quella anteriore. La testa rappresenta la nostra autonomia nel mondo e la nostra spiritualità. Qui sono presenti i due emisferi, quello sinistro (razionale) e quello destro (creativo).
    • Le spalle sostengono la testa e rappresentano la capacità di portare i pesi, le responsabilità, la potenza della realizzazione. Infatti si agisce sulle spalle per alleviare le tensioni accumulate.
  • Al centro c’è il collo (luogo di passaggio che unisce nuca e schiena, porta degli Dei)
  • I due quadranti di incrociano nel centro, ossia nell’ombelico. Elemento etere e senso dell’udito.
    • L’olfatto e il gusto sono sensi che indicano il nostro rapporto con il mondo. Il primo giudica ciò che è bene e male, il secondo interiorizza per poi ridonare al mondo. Al centro l’udito, il nostro rapporto con l’altra dimensione, quella verticale.
  • Nella retta che collega sudovest e nordest, troviamo i chakra, o centri energetici del nostro corpo.

Credo quindi tu stia capendo l’importanza di questo asse e nello stesso tempo comprendendo la natura della sua asimmetria che fa intuire una sorta di evoluzione a partire dal sudovest fino ad arrivare al nordest. Lo capirai sempre di più quando affronteremo gli yantra nello specifico.

Conduci il tuo destino

Migliora il tuo benessere interiore con il potere del Mantra Yoga